• Comitato Paritetico Bilaterale Regionale Per La Sicurezza
  •   telefono: 041 2584939 - 041 2584941
  •   e-mail: info@cobis.it
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
COBIS
COMITATO PARITETICO REGIONALE BILATERALE PER LA SICUREZZA
Giovedì, 24 Agosto 2017 09:24

Questa edizione di Giugno 2017 del consueto incontro annuale di tutti i protagonisti del 'Sistema Cobis' si è tenuto presso il Centro Cardinal Urbani di Mestre (VE).

L'incontro è stato presieduto dai coordinaori del Cobis: Ferruccio Righetto e Pietro Scomparin e ha avuto come relatori:

- il prof. Giovanni Finotto dell'Università di Cà Foscari che ha illustrato ai presenti il progetto  "Sistema Casa" realizzato congiuntamente da INAIL del Veneto, Edilcassa e Cobis stesso (attualmente in corso d'opera)

- Leris Marini della Fondazione Corazzin che ha descritto i risultati della ricerca sul "Monitaggio sulla Formazione in materia di Sicurezza sul lavoro".

All'incontro è stato riservato ampio spazio agli interventi degli RLST e alle Commissioni provinciali del Cobis per condividere esperienze, problemi e attività dei vari territori del Veneto ed avere così una visione reale dei temi da sviluppare e affrontare in futuro.

 

 

Lunedì, 20 Marzo 2017 15:34

CONVEGNO
LA GESTIONE DELLA
SICUREZZA SUL LAVORO
NEI CONTRATTI DI RETE

GIOVEDÌ 6 APRILE 2017 / ORE 9.15
SALA CONFERENZE CAMERA DI COMMERCIO DI TREVISO BELLUNO
PIAZZA BORSA 3B / TREVISO

 

 

LOCANDINA ALLEGATA

Martedì, 21 Febbraio 2017 10:18

Il Sistema COBIS e i suoi progetti nati dalla collaborazione con il prof. Giovanni Finotto e il suo staff inserite all'interno della pubblicazione 'ORIZZONTI INTERNAZIONALI' di Cà Foscari ....

 

 

 

(... aprire l'articolo e l'allegato per leggere la notizia completa)

Lunedì, 06 Febbraio 2017 15:24

COBIS DI VERONA E SPISAL AULSS 9 SCALIGERA

in collaborazione con Ca’ Foscari Challenge School, tramite lo spin off “Head Up”

per migliorare le condizioni di sicurezza e salute nelle imprese artigiane

 

Verona, 3 febbraio 2017 - In numerosi casi gli infortuni sul lavoro sono determinati dal fattore umano inteso non solo come errore comportamentale del singolo ma anche dell’organizzazione alla quale appartiene.

Per questo motivo il Comitato Bilaterale per la Sicurezza dell’Artigianato Veneto (COBIS) di Verona, con il contributo di “Head Up”, spin off dell’Università Ca’ Foscari che nasce e si sviluppa nell’ambito del Master STePS, promosso da Ca' Foscari Challenge School, e il Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPISAL) della AULSS 9 Scaligera, hanno condiviso il progetto denominato “Percezione del rischio e fattore umano nella sicurezza”.

L’iniziativa è stata illustrata stamane, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede dello SPISAL in via Salvo d’Acquisto, alla quale hanno preso parte i rappresentanti di tutti i soggetti coinvolti.

L’obiettivo del progetto – spiega Michele Adami, Coordinatore COBIS per la parte datoriale - è quello di sensibilizzare i datori di lavoro delle imprese artigiane della provincia di Verona, con un’azione formativa innovativa e gratuita, relativamente agli aspetti di percezione dei rischi infortunistici, al fine di gestirli in sicurezza con il coinvolgimento attivo dei lavoratori. Grazie al contributo del COBIS, tale iniziativa diventa un importante aiuto per le imprese di piccole dimensioni, quindi meno strutturate rispetto alle grandi aziende. Un supporto operativo concreto che risulta, dunque, anche conveniente sul piano economico, aspetto che oggi non è assolutamente da sottovalutare”.

Il COBIS provinciale si è concentrato su due azioni formative, una delle quali, relativa al “preposto” (colui che ha il compito di sovrintendere all’attività lavorativa e garantire l’attuazione da parte dei lavoratori delle direttive ricevute in ambito di sicurezza e salute sul luogo di lavoro), è già arrivata a compimento, formando ben 200 titolari di imprese artigiane.

“La seconda azione – afferma Giuseppe Dotti, Coordinatore COBIS per la parte sindacale - riguarda l’aggiornamento RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione), che coinvolgerà circa un migliaio di aziende artigiane, per un totale di 40 corsi di formazione, dei quali 20 sono già stati conclusi, in favore di circa 500 imprese artigiane”.

“Le metodologie formative proposte, fino ad oggi appannaggio quasi esclusivo di altri settori – sono le parole del professor Giovanni Finotto, di “Head Up, spin-off della Ca’ Foscari Challenge School -, adattate opportunamente possono essere di particolare rilevanza anche nelle piccole e nelle micro imprese. La formazione obbligatoria di vecchio stampo, senza confronto tra docenti e partecipanti ai corsi, può non risultare efficace. In questo progetto l’abbiamo resa più chiara, interattiva, persino più interessante”.

Il progetto formativo, dunque, è rivolto ai datori di lavoro di piccole e medie imprese. La scelta del COBIS di Verona, con i suoi rappresentanti delle associazioni di categoria artigiane (Confartigianato Verona, Cna Verona e Casartigiani Verona) e dei sindacati dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil), di “Head Up” e dello SPISAL, è andata nella direzione di coinvolgere tale tipologia di destinatari perché spetta proprio al datore di lavoro il compito di implementare nell’azienda i sistemi di gestione della sicurezza per processi lavorativi, le responsabilità e le competenze in modo da evitare gli infortuni e non pregiudicare la salute dei suoi collaboratori.

“Questi ultimi, dal canto loro, possono responsabilizzarsi proprio grazie agli interventi del titolare – aggiunge Marco Bellomi dello SPISAL AULSS 9 Scaligera -. La maggiore incidenza della formazione, perché migliorata nel metodo, la riteniamo un fattore importante nella diminuzione dei rischi di infortunio e malattia professionale. Gli imprenditori artigiani riescono ad approfondire e quindi a comprendere meglio le azioni per implementare la sicurezza nei luoghi di lavoro, trasmettendo a loro volta tale comprensione e consapevolezza ai loro collaboratori e dipendenti”.

Venerdì, 27 Gennaio 2017 13:57

L’INAIL Settore Ricerca - Dipartimento di Medicina Epidemiologia Igiene del Lavoro ed Ambientale, sta organizzando il Convegno Nazionale
 “Azione Centrale per il Piano Nazionale di Prevenzione: Il Sistema Infor.MO per la sorveglianza dei fattori di rischio infortunistico e per la programmazione degli interventi di prevenzione”
previsto a ROMA il 22 febbraio 2017 dalle ore 8,30 alle ore 16,30 presso la sede INAIL di Piazzale Pastore 6 ( Zona Roma EUR).

Allegata locandina

Lunedì, 09 Gennaio 2017 14:12

Oltre il 30% delle 43mila imprese e dei 150mila lavoratori iscritti alla 'Bilateralità artigiana veneta' (EBAV-Cobis ed Edilcassa Veneto) operano nel "sistema casa", ed è in questi settori (edilizia, installazione impianti, metalmeccanica e legno) che si concentrano, pur in forte calo negli ultimi anni (si sono ridotti di un terzo in 5 anni), il 50% degli infortuni.

Da questa premessa sono partiti la Direzione regionale del Veneto dell'INAIL, unitamente al COBIS ed al CPR (comitato paritetico regionale del settore artigiano edile) per lanciare una grande sfida: un progetto particolarmente ambizioso denominato: "Guida operativa Sgsl (Sistema di gestione della sicurezza sul lavoro) 'Sistema Casa Artigianato', la cui sigla si è tenuta il 21 Dicembre 2016 presso la sede dell'INAIL del Veneto a Venezia alla presenza di Daniela Petrucci, Direttore regionale INAIL, Ferruccio Righetto Coordinatore Cobis di parte datoriale, Stefano Stocco Coordinatore COBIS di parte sindacale ed il prof. Giovanni Finotto, Spin off Head Up Cà Foscari.

Il progetto concerne l'attività di studio, realizzazione, sperimentazione e validazione di una Guida Operativa, in conformità ai principi della Linea Guida Uni INAIL del Settembre 2001, rivolta alle imprese artigiane che costituiscono il "Sistema Casa" e sarà realizzato con la collaborazione ed il supporto scientifico dell'Università Cà Foscari e di Fondazione Cà Foscari tramite lo Spin off Head Up che nasce e si sviluppa nell'ambito del Master Steps promosso da Cà Foscari Challenge School.

Atttualmente le norme e le linee guida in materia sono pensate per organizzazioni di medie/grandi dimensioni e si adattano a realtà lavorative strutturate, ma non esiste nulla di operativo che si possa adattare con efficacia ed efficienza alle piccole e micro imprese dell'artigianato del 'Sistema Casa' e che possa costituire un valido riferimento per essere adottato ed efficacemente attuato.

 

Martedì, 12 Aprile 2016 10:26

Progetto per l'addestramento in materia di sicurezza dei lavoratori autisti professionali operanti nelle aziende artigiane del trasporto merci e/o di persone e che durante l'attività lavorativa conducono veicoli a motore nelle piccole e medie imprese.

Lunedì, 11 Aprile 2016 15:08

Inail Bando 2014/2015 Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Per informazioni le aziende interessate possono rivolgersi alle segreterie delle Commissioni Provinciali clicca qui

Lunedì, 11 Aprile 2016 15:04

Decreto Interministeriale 2013:  'Formazione per formatori in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro'

Lista Docenti in attesa di verifica requisiti

Lunedì, 11 Aprile 2016 14:33

Giovedì 24 gennaio 2013 alle ore 10.00 presso l'Università di Ca' Foscari a Venezia è stato presentato il DVD "La formazione generale dei lavoratori in materia di sicurezza".

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31